Opere provvisionali e scelta del ponteggio

29 ottobre 2021
opere-provvisionali-e-scelta-del-ponteggio-Lineevita

Per chi opera nel settore dell’edilizia molto probabilmente saprà che quando parliamo di “opere provvisionali” , pur presentando aspetti che interessano la sicurezza strutturale, sono quelle destinate ad assolvere esclusivamente le funzioni a loro richieste durante le attività di cantiere, e non in modo definitivo. L’Inail con “La progettazione della sicurezza nel cantiere” elaborato dal Dipartimento Innovazioni Tecnologiche e Sicurezza degli Impianti, Prodotti ed Insediamenti Antropici ha formulato le direttive per schemi per la redazione di PSC e POS e un algoritmo per la valutazione dei rischi.

 

Il redatto espleta che le opere provvisionali si distinguono in:

  • opere di servizio: quali ponte di servizio ovvero impalcati formato da assi di 5 cm, tavola fermapiede alta almeno 30 cm e basette poggianti su superfici solide, non dimenticando una massima distanza dal muro di 20 cm; andatoie e passerelle utilizzate per superare e/o ostacoli con caratteristiche di struttura citate nel documento Inail prima citato; ed infine coperture di vani e botole. Le aperture lasciate nei solai o nelle piattaforme di lavoro devono essere circondate da normale parapetto  e da tavola fermapiede oppure devono essere coperte con tavolato saldamente fissato e di resistenza non inferiore a quella del piani di calpestio dei ponti di servizio.
  • opere di sicurezza: sono quelle usate per evitare la caduta di cose o persone. Per intenderci i trabattelli ovvero strutture in ferro zincato dotate di ruote per concedere lo spostamento della propria struttura, usata per lo più da imbianchini per rifare una facciata esterna o interna; Reti Anticaduta; Ponti a sbalzo; Ponteggio fisso metallico; Ponteggi Multidirezionali; Ponteggio in Giunto‐Tubo; Ponteggi Fissi Prefabbricati a boccole o a perni; etc.
  • opere di sostegno: Le opere di sostegno corrispondono a un intervento di natura strutturale, poiché contrastano l’azione ribaltante del terreno e per sostenere l’acqua sia per lavori temporanei che per operer definitive. Troviamo le opere di sostegno a gravità(muri, gabbionate, crib walls) e in cemento armato( muri a mensola, muri a contrafforti e speroni); terra armata; paratie (palancole e diaframmi); strutture di sostegno di scavi e trincee.

 

Entrando nel dettaglio ricordiamo che per la scelta del ponteggio da adottare in una specifica realizzazione vi è il documento redatto dall’INAIL –“Ponteggi fissi Quaderno-Tecnico”.Obiettivo dei Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili è accrescere il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili.

All’interno del documento nella sezione 7.1 –“SCELTA”- verrà specificato che la valutazione dei rischi da eliminare o per meglio dire da ridurre a zero è fondamentale per la scelta del ponteggio da adottare. Va individuata dapprima la tipologia di lavoro da fare, la sua complessità, l’estensione e la geometria dell’opera da servire. Successivamente verranno individuati le classi di carico, gli elementi costruttivi costituenti il ponteggio stesso e tutti i requisiti geometrici e prestazionali riportati nel libretto d’uso e manutenzione.

 

Se siete in procinto di fare delle scelte  di opere professionali e volete avere consulenza a riguardo per approfondire prodotti e o possibilità richiedi aiuto ai nostri esperti.


NEWSCORRELATE
diverso-operato-delle-procure-in-materia-di-salute-e-sicurezza-sul-lavoro-istituire-una-procura-nazionale-Lineevita

Diverso operato delle procure in materia di salute e sicurezza sul lavoro: “Istituire una procura nazionale”

Leggi tutto
ddl-bilancio-2022-clima-cosa-prevede-Lineevita

Ddl Bilancio 2022, clima: cosa prevede!

Leggi tutto
guida-per-naviganti-tra-ruoli-e-responsabilita-Lineevita

Guida per naviganti: tra ruoli e responsabilità

Leggi tutto
Richiedi subito aiuto a un nostro esperto Rispondiamo in 4 ore lun-ven | 8.30-12.30 | 14.00-18.00
* Campi obbligatori